Sci

Read More

Dominik Paris, l’ex ribelle diventato campione

Quando sei certo della tua forza, ti puoi permettere di mascherare. Dominik Paris nelle prove in discesa libera di venerdì si era guardato bene dal tirare le linee perfette della gara e dallo spingere al massimo nel tratto finale. Dopo aver fatto registrare i migliori tempi nella parte alta, in basso aveva smesso di spingere. Come un ciclista che si siede a pochi metri dal traguardo. A lui bastavano le risposte ricevute dalla pista norvegese di Kvitfjell, quella che lo aveva visto vincitore già nel 2016. Le carte le ha scoperte solo in gara dove, nel finale, negli ultimi 15 secondi di gara, ha inflitto oltre mezzo secondo allo svizzero Beat Feuz che già pregustava la vittoria nella Coppa di specialità.

Read More

Siebenhofer, la vittoria l’ha resa una “vincente”?

È un periodo di forma straordinario per la Siebenhofer. Reduce dalla doppietta sulla Olympia delle Tofane, Ramona è in grandissima forma psico-fisica ed è pronta a ripetersi durante la due-giorni di Garmisch, valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2019. Le atlete esordiranno sulla famosa Kandahar con la discesa libera, una gara che si annuncia decisamente spettacolare e imprevedibile.

Read More

Una spinta straordinaria per Brignone, Goggia e le Fanchini

I valori indirizzano tutte le nostre scelte dando una direzione alla nostra vita. Sono come una stella polare che sta davanti a noi, che ci guida nel prendere le decisioni determinanti per il nostro cammino. Se desideriamo raggiungere livelli di massima realizzazione nella vita, possiamo farlo solo decidendo quali sono le cose più importanti per noi, i nostri valori più alti e facendo il possibile per vivere ogni giorno della nostra esistenza in base a questi principi, sempre e indipendentemente da ciò che accade.

Vivere secondo i nostri valori e i nostri standard anche quando le cose non vanno come vorremmo, quando le persone non si comportano come ci aspettavamo facessero, quando tutto sembra essere contro di noi. Vivere secondo i nostri valori, agire coerentemente con quello che secondo noi è il senso della vita ha il potere di conferire una felicità duratura, una sensazione di sicurezza, di pace interiore e di totale congruenza, che pochissimi raggiungono”.

Read More

Innerhofer, come togliere una tragedia dalla mente

“Quando arrivi alla partenza e vedi la bandiera della Francia con un mazzo di rose, non è facile mettere i bastoncini fuori dal cancelletto e dire: rischio al cento per cento. Come fai a non avere queste immagini in testa?”. Parlava così qualche giorno fa Christof Innerhofer, azzurro campione del mondo di Super Gigante nel 2011, ancora traumatizzato dalla tragedia che ha spezzato la vita del francese David Poisson, finito contro un albero in allenamento a Nakiska, in Canada, soltanto tre settimane fa.

Read More

La Goggia orientale

“Mi piacciono i samurai perché si muovono con eleganza regale. Sono i guerrieri per eccellenza!”. Le prime parole di Sofia Goggia, 24 anni, l’azzurra che in Corea del Sud ha conquistato il SuperG dopo aver vinto appena un giorno prima la discesa libera, restituiscono un senso di determinazione agonistica in…salsa orientale! L’italiana, che ha concesso il bis precedendo l’americana Lindsey Vonn di 4 centesimi, è raggiante e ancora incredula: “Non paragonatemi alla Vonn, lei ha 77 vittorie, io sono appena alla seconda! Sarebbe un errore catastrofico pensare di averla domata: è reduce da un infortunio serio, in fondo non è ancora al massimo della forma. Se vuole, lei la pista olimpica se la mangia”.

Read More

Sci azzurro, un flop soprattutto mentale

Non ci sono alibi: un bronzo e tre quarti posti rendono il bilancio dell’Italia ai mondiali di sci di St. Moritz decisamente misero. Il flop, anche secondo osservatori e addetti ai lavori, deriva principalmente da tre elementi: squadra troppo ”anziana” (età media 30 anni e 3 mesi) con pochi ricambi, mancanza di programmazione nel lungo periodo e incapacità di gestire gli stati d’animo degli atleti prima degli eventi importanti. Ce n’è abbastanza per chiedere lumi a Lorenzo Marconi, sport mental coach e amministratore di ISMCI, il primo istituto internazionale per la formazione mentale di coach sportivi.

Read More

Federica Brignone, trionfo atletico e mentale!

Fantastica Federica Brignone, trionfatrice nello slalom gigante di Plan de Corones, l’ultimo prima dei Mondiali. Favolosa giornata di sci per i nostri colori azzurri, con la connazionale Marta Bassino che si qualifica terza e Irene Curtoni (grazie a una splendida seconda manche) al settimo posto, a completare così la magica prova delle italiane: un ritorno della “Valanga Rosa”!!